Tratto da e Photo Credit Architettura Ecosostenibile.

UpTown, il primo quartiere residenziale a impatto zero in Italia, è in costruzione a Milano, nella zona di Cascina Merlata. Lo “smart district” sorgerà su un’area di 900 mila metri quadri e sarà dotato di scuole, un centro commerciale e un grandissimo parco: il tutto iperconnesso e a impatto zero.

Il progetto di UpTown, primo quartiere italiano a impatto zero, fa capo a EuroMilano, una società di consulenza e sviluppo immobiliare che riqualificherà un’area urbana altrimenti inutilizzata, avvalendosi della collaborazione di molte delle più importanti aziende che si occupano di ricerca e sviluppo tecnologico per realizzare un quartiere smart, innovativo a impatto zero, dotato di tecnologie e servizi in grado di migliorare la qualità della vita dei suoi abitanti.

Innovazione tecnologica nel quartiere UpTown

L’innovativo quartiere UpTown farà della mobilità green il suo punto di forza: servizi di car e bike-sharing disponibili per gli abitanti potranno essere prenotati tramite un’app a tariffe agevolate, e, per favorire l’utilizzo di auto elettriche, saranno disponibili colonnine per la ricarica. È prevista anche la sperimentazione di un autobus elettrico senza conducente.

Negli appartamenti, rinfrescati con la geotermia, si userà il teleriscaldamento per produrre calore recuperando quello prodotto dal trattamenti dei rifiuti. Tutti gli elettrodomestici saranno connessi ad Internet per un controllo anche da remoto, la raccolta differenziata sarà ancora più efficiente grazie all’utilizzo di cassonetti intelligenti. Per l’illuminazione si useranno pannelli fotovoltaici e lampade a LED (Light Emitting Diode). Gli edifici sono di classe energetica A+.

Oltre alle residenze (principalmente in forma di grattacielo e palazzine in linea), nello smart district sorgeranno:

  • un centro servizi nell’antica Cascina Merlata, che ospiterà medici e pediatri di base, market e esercizi commerciali, uffici per il lavoro;
  • UpTown Park di 250 mila metri quadri di superficie e 10 km di piste ciclabili. Un vero e proprio polmone verde all’interno del quartiere, connesso tramite wi-fi pubblico. L’area è suddivisa tra zone a prato, zone attrezzate per lo sport outdoor e aree riservate agli animali;
  • UpTown Mall di 65 mila metri quadri con ipermercato, negozi, cinema multisala, bar e ristoranti;
  • UpTown School di 25 mila metri quadri. Un imponente centro scolastico con 2 asili nido, scuola materna, elementari e medie con programmi all’avanguardia (full english), oltre ad infrastrutture sportive.

I lavori del primo quartiere italiano a impatto zero, iniziati nel 2017, si concluderanno nel 2025-2026. Ad oggi, è stato completato un solo lotto (South UpTown) di 137 appartamenti, ed è iniziata la costruzione del secondo lotto di 140 appartamenti (East UpTown).

Le critiche al progetto non sono mancate. Principalmente, chi ha già acquistato un appartamento lamenta la necessità di servizi come le scuole, per cui i lavori di costruzione non sono ancora iniziati.